Speakers’ Corner

Lo Speakers‘ Corner ha una lunga tradizione: originariamente organizzato come atto sovversivo incentrato sulla libertà di espressione, risale all‘Inghilterra vittoriana. Il team dietro allo Speakers‘ Corner svoltosi il 31 gennaio 2024 in Piazza Magnago a Bolzano (giorno delle elezioni della Giunta provinciale) vuole sottolineare e simboleggiare un diniego della libertà di espressione da parte del fascismo italiano e di tutte le società governate da forze conservatrici di destra. Che si chiamino Fratelli d‘Italia, Lega o Freiheitlichen, e che ora fanno parte del governo locale.

Climate Action South Tyrol è preoccupata per la politica climatica in provincia e sostiene quindi le varie azioni di protesta. Riconosciamo, inoltre, che una vera società eco-sociale può essere raggiunta solo insieme, una società che si batte per la neutralità climatica e la giustizia climatica. Questo traguardo si raggiunge solo se i vari problemi economici e sociali vengono presi in considerazione insieme a quelli ecologici trovando soluzioni intersettoriali.

Il movimento per l’azione climatica si allea quindi con:

  • Democrazia! Si sente sempre parlare di dittatura ecologica. Alcuni la citano come un fantasma spaventoso, altri ci vedono come unica soluzione per combattere la crisi climatica. Per noi è chiaro: solo più democrazia aiuterà a risolvere la crisi climatica, perché la trasparenza e la partecipazione assicurano che i cittadini partecipino e sostengano il cambiamento. Per questo sosteniamo anche il Manifesto per la Democrazia di Dobbiaco.

  • Antirazzismo! Attualmente, la questione delle migrazioni è determinante nelle elezioni, poiché in particolare i partiti di destra alimentano la paura nei confronti degli immigrati per guadagnare voti. Si tratta della solita politica opportunistica dei capri espiatori, che distrae dai veri problemi. Più la crisi climatica peggiora, più persone saranno costrette a lasciare le proprie terre. Una buona politica climatica aiuta quindi anche a ridurre l’emergenza migratoria. Le nazioni industrializzate come la nostra hanno una responsabilità principale in questo.

  • Giustizia sociale! Non a caso, durante le manifestazioni, gridiamo “What do we want? Climate Justice!” Questo include l’inequivocabile impegno verso misure climatiche socialmente giuste. Il divario tra ricchi e poveri si sta allargando sempre di più, e ciò si riflette anche nelle emissioni e quindi nella responsabilità della crisi climatica. È anche chiaro che saranno proprio le fasce socialmente più povere a soffrire particolarmente sotto gli effetti della crisi climatica.

  • Pacifismo! La guerra e il militarismo causano particolarmente molte emissioni, quindi il pacifismo è anche attivismo climatico. Allo stesso tempo, l’incremento dei conflitti armati per risorse come l’acqua diventa più probabile a causa dell’avanzare della crisi climatica.

  • Femminismo! Non solo le donne sono maggiormente colpite dalle conseguenze della crisi climatica a livello globale, ma proprio le idee e gli approcci della giustizia climatica femminista possono condurci fuori dalla crisi.

Circa 30 coraggiosi cittadinƏ, artistƏ e attivistƏ si sono riuniti in piazza Silvius Magnago il 31 gennaio per esprimere le loro preoccupazioni sulla nuova coalizione del partito maggioritario SVP con partiti di destra tedeschi e italiani. In una maratona oratoria di sette ore, sono stati affrontati tutti i temi socialmente rilevanti, dalla crisi climatica alle politiche migratorie razziste, dal femminismo alle iniziative LGBTQIA+ fino al crescente divario tra ricchi e poveri.

Di seguito troverete un estratto degli interventi ispirati da Climate Action South Tyrol e un contributo audio poetico.

Arginate i primi segni, e i primi segni sono ORA!

La giunta provinciale più imbarazzante di tutti i tempi
– Evi Keifl

Il testo completo in lingua tedesca

Si può spiegare il termine CRISI climatica anche ai bambini delle scuole elementari e si possono trovare tolleranza e rispetto in qualsiasi dizionario.

Ho 18 anni e spesso sono troppo stanca per discutere
– Sophia Steinegger

Il testo completo in lingua tedesca

I populisti vogliono convincerci che preservare la libertà e combattere il cambiamento climatico si escludono a vicenda.

Crisi climatica, noi dipendenti dai combustibili fossili
– Johannes Engl

Il testo completo in lingua tedesca

Come cittadinə altoatesinə, abbiamo ancora un chiaro ricordo dello sfortunato periodo del fascismo e delle sue brutali misure economiche, culturali e sociali.
il “Più alto, più lontano, più veloce” diventa “Più dolce, più profondo, più lento”
– Christine Baumgartner

Un contributo poetico da Lene Morgenstern

Restate sintonizzati!
Presto ci saranno altri contenuti interessanti sul sito ufficiale di No Excuses, che linkeremo qui.